Affittacamere Baia delle Favole

STORIA

Storia della casa di Via Milano 4 e del Palazzo Valle

 

Alla fine della guerra in questa zona di Sestri Levante l’ unica casa davanti al mare era quella a forma di nave edificata negli anni 30 dal comandante Stagnaro- ( ne vide una simile nello stretto dei Dardanelli e volle riprodurla a Sestri Levante).

Precedentemente in viale Mazzini passava la ferrovia, che attraversava anche Piazza Sant’ Antonio e venne spostata nel 1925 all’ edificazione della stazione, in fondo a via Roma.
All’ inizio del 1950 al posto della casa si trovava uno spiazzo che fu occupato per un certo periodo dal circo Roma.

I lavori iniziarono e la prima casa a essere costruita fu quella di via Milano. Successivamente si costrui’ la gemella in via Torino, e i 2 palazzi vennero unificati ( inizialmente il progetto prevedeva 2 case separate )e divisi da un cortile.

Nel 1952 Enrico Lagomarsini, ottenuto un prestito dal suocero Francesco Vidali, acquisto’ l’ appartamento situato all’ interno 12 di Via Milano, pagandolo 2 milioni di lire, e vi si trasferi ‘ con la moglie Mariuccia e il figlio Massimo.

Gli anni 50 erano anni di forte sviluppo economico ed Enrico intraprese diverse attivita’, per poi alla fine iniziare a navigare come direttore di macchine.
Stati Uniti , Africa, Cina e Giappone le sue rotte principali, che lo tennero lontano da casa molto tempo ma gli fecero guadagnare molti soldi. La casa si riempi’ di suppellettili provenienti da tutto il mondo, un mix fra arte orientale e africana posizionate sempre con gusto e cura dalla Mariuccia nella sala davanti al mare ( ora occupata dalle camere 1 e 2 ). Quando nel 1955 esplosero i Platters con il brano Only you Enrico acquistò il disco a 78 giri negli Stati Uniti e lo regalo’ alla Mariuccia, che amava la musica e soprattutto quelle nuove melodie americane. ( da giovane suonava il pianoforte, conosceva la musica )

Alla fine degli anni 50 arrivo’ inaspettatamente il secondo figlio, Maurizio.
Negli anni 60 Enrico viaggio’ in tutto il mondo, e Mariuccia era molto spesso sola in casa con i figli.
In quel periodo entrarono in casa 3 cose nuove: una chitarra, i dischi dei Beatles e Radio Montecarlo
Massimo suonava la chitarra ed era appassionato dei Beatles, le loro canzoni risuonavano per la casa; lui trascriveva gli accordi e Maurizio ascoltava e provava a ripetere i testi in inglese.

Mariuccia ascoltava Radio Montecarlo sin dalla prima trasmissione di 2 ore affidata a Herbert Pagani. Era una radio totalmente diversa rispetto alla RAI e trasmetteva musica nuova, il prototipo delle radio di oggi.

Arrivarono gli anni 70, ai Beatles si aggiunsero i Deep Purple , Pink Floyd e Santana,; sempre in casa si ascoltava la musica. D’estate il rumore del mare e il vociare dei turisti sulla spiaggia erano il sottofondo di ogni giornata.

Enrico ci lascio’ nell’ ottobre del 76, dopo l’ ultimo viaggio di lavoro in Giappone fatto in primavera.
Nel 1978 l’ intero Palazzo Valle fu ristrutturato, venne rifatta la facciata e il cortile interno.
Massimo e Maurizio facevano la loro strada, e gli anni 80 trascorsero in un lampo.
Mariuccia viveva semplicemente, con i sui cani e la gatta Sissy.
Arrivarono i nipoti ma lei non pote’ goderseli appieno: ci lascio’ prematuramente nel 1990.

Dopo la morte della Mariuccia la casa passo’ a Maurizio, che per un periodo di tempo molto lungo la affitto’, ma sempre con il desiderio di poterla vedere in mano ai figli, seguendo la volonta’ della mamma, che aveva sempre manifestato il desiderio che la casa fosse utilizzata dai nipoti.

Arriviamo ai giorni nostri: nel 2013 e’ terminato il contratto di affitto e la nostra famiglia ha iniziato questa attivita’ nel giugno 2014.
Davide ne e’ a capo, i suoi fratelli lo aiutano.
Antonella ha cura che tutto sia sempre in ordine e pulito, affinche’ l’ Ospite sia in un ambiente confortevole. Mariuccia amava Antonella come una figlia, ed era da lei totalmente ricambiata. Quindi e’ sia lei ad aver cura dei dettagli, della pulizia e dell’ ordine delle stanze.

Caro amico, se sei arrivato a leggere fin qui, avrai capito che questa e’ una storia che parla d’ amore e di vita quotidiana, di come siamo e di come vogliamo essere con tutti coloro che saranno ospiti nella nostra struttura di affittacamere.
Per essere veramente ospitali bisogna accogliere gli altri come vorresti essere accolto tu.
Questo e’ quello che cerchiamo di fare ogni giorno, con chiunque.

In questa breve storia vi e’ forse una parte mancante, riguarda me. Io sto dietro, osservo. Nel corso dei 23 anni nei quali la casa e stata affittata non ci ho mai messo piede. Era un ricordo pesante che non riuscivo a superare. Ce l’ ho fatta grazie a mia moglie e ai miei figli, che continuano in altro modo quello che i miei genitori avevano iniziato.

Troverete un link con alcune delle canzoni che hanno segnato la nostra vita in questi 60 anni sul sito.

Vi auguro buona permanenza.

Maurizio Lagomarsini

 

 

A seguire alcune canzoni per me particolarmente significative:

Disco originale 78 giri arrivato dagli Stati Uniti.

 

Only you

 

Only you can make this world seem right
Only you can make the darkness bright
Only you and you alone
Can thrill me like you do
And fill my heart with love for only you

Only you can make this change in me
For it’s true, you are my destiny
When you hold my hand
I understand the magic that you do
You’re my dream come true
My one and only you

Only you can make this change in me
For it’s true, you are my destiny
When you hold my hand
I understand the magic that you do
You’re my dream come true
My one and only you

(One and only you)

Erano le preferite della Mariuccia, Massimo le cantava e specialmente la seconda voce di Lennon in All my Loving era, vorrei dire, identica.

 

All my loving

 

Close your eyes and I’ll kiss you
Tomorrow I’ll miss you
Remember I’ll always be true

And then while I’m away
I’ll write home every day
And I’ll send all my loving to you

I’ll pretend that I’m kissing
The lips I am missing
And hope that my dreams will come true

And then while I’m away
I’ll write home every day
And I’ll send all my loving to you

All my loving, I will send to you
All my loving, darling I’ll be true

Close your eyes and I’ll kiss you
Tomorrow I’ll miss you

 

Don’t let me down

 

Don’t let me down, don’t let me down
Don’t let me down, don’t let me down

Nobody ever loved me like she does
Oh, she does, yeah, she does
And if somebody loved me like she do me
Oh, she do me, yes, she does

Don’t let me down, don’t let me down
Don’t let me down, don’t let me down

I’m in love for the first time
Don’t you know it’s gonna last
It’s a love that lasts forever
It’s a love that had no past (Seeking past)

Don’t let me down, don’t let me down
Don’t let me down, don’t let me down

And from the first time that she really done me
Oh, she done me, she done me good
I guess nobody ever really done me
Oh, she done me, she done me good

Don’t let me down, hey don’t let me down
Heeeee, don’t let me down

Don’t let me down
Don’t let me down, don’t let me let down
Can you dig it? Don’t let me down

 

Questa Massimo la suonava, con l’ interminabile finale. Era pero’ difficile da ballare. Alla batteria il grandissimo Mitch Mitchell

 

The wind cries Mary

 

After all the Jacks are in there boxes
And the CLOWNS HAVE ALL gone to bed
You can hear happiness STAGGERING on down the street
Footprints dressed in red
And the wind whispers Mary

A broom is drearly sweeping
Of the broken pieces of yesterdays life
Somewhere a queen is weeping
Somewhere a king has no wife
And the wind it cries Mary

THE TRAFFIC lights they a turn blue tomorrow
And shine the emptiness down on my bed
The tiny island sags down the street
Cause the life that lives is dead
And the wind screams Mary.

Will the wind every remember
The names it has blown in the past
And with this crush it’s old age and it’s wisdom
It whisper no this will be the last
And the wind cries Mary.

Questa di Montreaux e’ a mio avviso la miglior versione. Immensi tutti, da Santana ai percussionisti. Il disco 33 giri fu acquistato da Enrico in Brasile, anche a lui questo pezzo piaceva.

 

Samba pa ti

 

Soy la sombra de una pena,
soy el eco de un dolor.
Triste soledad, que me queda hoy.
El recuerdo de que te amé
y una extraña desolación, eyy, eyyy.
Soy la sombra de una pena,
soy el eco de un dolor.
Quiero olvidar, quiero encontrar perdón.
Ten piedad de mi corazón
yo te imploro mi Señor.
Borraré las tinieblas y esconderé mi llanto
el recuerdo que sufro se volverá un canto.
Volveré a la vida, volveré a cantar, ya verá,
volveré a la vida, volveré a cantar, ya verá.

Queste sono dei classici, che suonavo e che dal vivo rendono al massimo, il rock scatenato era una passione di gioventu’..

 

Like a rolling stone

 

Once upon a time you dressed so fine
Threw the bums a dime in your prime, didn’t you?
People call say ‘beware doll, you’re bound to fall’
You thought they were all kidding you
You used to laugh about
Everybody that was hanging out
Now you don’t talk so loud
Now you don’t seem so proud
About having to be scrounging your next meal

How does it feel, how does it feel?
To be without a home
Like a complete unknown, like a rolling stone

Ahh you’ve gone to the finest schools, alright Miss Lonely
But you know you only used to get juiced in it
Nobody’s ever taught you how to live out on the street
And now you’re gonna have to get used to it
You say you never compromise
With the mystery tramp, but now you realize
He’s not selling any alibis
As you stare into the vacuum of his eyes
And say do you want to make a deal?

How does it feel, how does it feel?
To be on your own, with no direction home
A complete unknown, like a rolling stone

Ah you never turned around to see the frowns
On the jugglers and the clowns when they all did tricks for you
You never understood that it ain’t no good
You shouldn’t let other people get your kicks for you
You used to ride on a chrome horse with your diplomat
Who carried on his shoulder a Siamese cat
Ain’t it hard when you discovered that
He really wasn’t where it’s at
After he took from you everything he could steal

How does it feel, how does it feel?
To have on your own, with no direction home
Like a complete unknown, like a rolling stone

Ahh princess on a steeple and all the pretty people
They’re all drinking, thinking that they’ve got it made
Exchanging all precious gifts
But you better take your diamond ring, you better pawn it babe
You used to be so amused
At Napoleon in rags and the language that he used
Go to him now, he calls you, you can’t refuse
When you ain’t got nothing, you got nothing to lose
You’re invisible now, you’ve got no secrets to conceal

How does it feel, ah how does it feel?
To be on your own, with no direction home
Like a complete unknown, like a rolling stone

 

Paint it black

 

I see a red door and I want it painted black
No colors anymore, I want them to turn black
I see the girls walk by dressed in their summer clothes
I have to turn my head until my darkness goes

I see a line of cars and they’re all painted black
With flowers and my love, both never to come back
I see people turn their heads and quickly look away
Like a newborn baby it just happens ev’ryday

I look inside myself and see my heart is black
I see my red door and I must have it painted black
Maybe then I’ll fade away and not have to face the facts
It’s not easy facing up when your whole world is black

No more will my green sea go turn a deeper blue
I could not foresee this thing happening to you
If I look hard enough into the setting sun
My love will laugh with me before the morning comes

I see a red door and I want it painted black
No colors anymore I want them to turn black
I see the girls walk by dressed in their summer clothes
I have to turn my head until my darkness goes

I want to see your face painted black, black as night, black as coal
I want to see the sun blotted out from the sky.
I want to see it painted, painted, painted, painted black, yea

La sensazione avuta per un istante, salendo le scale per rientrare in casa dopo 23 anni…  essere ancora ragazzino e ritrovare le cose com’ erano molti anni prima..

Portiere io non ti conosco… su per le scale il buio, ma la luce ancora dentro agli occhi…sono un bambino io…con ancora i graffi sui ginocchi! Dalla cucina..

 

 

Non farti cadere le braccia

 

L’entrata è sempre quella
ma portiere io non ti conosco

io che vivevo qui

io che ormai scordare più non posso
dalla cucina una voce cara
mia madre che mi dice:

Non farti cadere le braccia, corri forte,
ma più forte che puoi
Non devo voltare la faccia,
non arrenderti nè ora nè mai…

Su per le scale il buio
ma la luce corre dentro agli occhi
sono un bambino io
con ancora i graffi sui ginocchi
dalla cucina una voce cara
mi madre che mi dice:

Non farti cadere le braccia…

Non so se ti è capitato mai
di dovere fare una lunga corsa
e a metà strada stanco
dire a te stesso: adesso basta!
Eppure altri stan correndo ancora
intorno a te… allora:

Non farti cadere le braccia…

Non puoi fermarti ora…
Lo so, ti scoppia il cuore, dici anche di voler morire
dici: è meglio che correr così, ma no, non puoi fermarti…
Non farti cadere le braccia…

Altri testi su: http://www.angolotesti.it/E/testi_canzoni_edoardo_bennato_1917/testo_canzone_non_farti_cadere_le_braccia_56044.html
Tutto su Edoardo Bennato: http://www.musictory.it/musica/Edoardo+Bennato

E’ un grazie a tutti I nostri amici ! “ we’ re on your side “ “ we’ ll take your part s when darkness comes..” 

 

Bridge over troubled water live in  N.Y. Medison Square Garden

 

When you’re weary
Feeling small
When tears are in your eyes
I will dry them all

I’m on your side

When times get rough
And friends just can’t be found
Like a bridge over troubled water
I will lay me down
Like a bridge over troubled water
I will lay me down

When you’re down and out
When you’re on the street
When evening falls so hard
I will comfort you

I’ll take your part
When darkness comes
And pain is all around
Like a bridge over troubled water
I will lay me down
Like a bridge over troubled water
I will lay me down

Sail on Silver Girl,
Sail on by
Your time has come to shine
All your dreams are on their way

See how they shine
If you need a friend
I’m sailing right behind
Like a bridge over troubled water
I will ease your mind
Like a bridge over troubled water
I will ease your mind

Have your say